INFORMATIVA SULLA GESTIONE DEI RECLAMI

(ai sensi del regolamento ISVAP n. 24 del 19/05/2008 modificato e integrato dal Provvedimento Ivass del 24 marzo 2015 n. 30)

 

RECLAMI RELATIVI A PRODOTTI ASSICURATIVI E A PRODOTTI FINANZIARI ASSICURATIVI

Per gli eventuali reclami riguardanti il rapporto contrattuale o la gestione dei sinistri, concernenti prodotti assicurativi puoi rivolgerti a:

CNP Vita S.p.A.

Funzione Reclami, Via E. Cornalia, 30, 20124 Milano

fax 02 91184065 - e-mail: info_reclami@cnpvita.it

La Compagnia gestisce i propri reclami dando risposta al reclamante nel minor tempo possibile e comunque nel pieno rispetto del termine previsto dalla vigente normativa di settore, ossia entro il termine massimo di 45 giorni.

Se non ti ritieni soddisfatto dall'esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro entro il suddetto termine, potrai rivolgerti direttamente a:

IVASS Servizio Tutela degli Utenti

Via del Quirinale 21, 00187 Roma

Fax: 06.42.133.206

Posta elettronica certificata: tutela.consumatore@pec.ivass.it

Utilizzando questo modello  e corredando l’esposto con copia del reclamo già inoltrato alla Compagnia e con copia del relativo riscontro, qualora pervenuto da parte della Compagnia. In caso di reclamo inoltrato tramite PEC è opportuno che gli eventuali allegati vengano trasmessi in formato pdf.

I reclami indirizzati all'IVASS dovranno contenere:

- nome, cognome e domicilio del reclamante, con eventuale recapito telefonico;

- individuazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l'operato;

- breve ed esaustiva descrizione del motivo di lamentela;

- copia del reclamo presentato all'impresa di assicurazione e dell'eventuale riscontro fornito dalla stessa;

- ogni documento utile per descrivere più compiutamente le relative circostanze.

N.B.: non rientrano nella competenza dell'IVASS i reclami in relazione al cui oggetto avrai già presentato ricorso all'Autorità Giudiziaria.

SISTEMI ALTERNATIVI DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE

Nel caso di mancato o parziale accoglimento del reclamo (respinto o transatto), prima di rivolgerti all'Autorità Giudiziaria, potrai avvalerti dei sistemi alternativi di risoluzione delle controversie normativamente previsti, tra i quali ti ricordiamo il procedimento di Mediazione a fini conciliativi previsto dal decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28 e successive modificazioni.

Tale procedimento si svolge presso un organismo di intermediazione - territorialmente competente - iscritto in apposito Registro tenuto dal Ministero della Giustizia, il cui elenco nonché le modalità di svolgimento del procedimento sono consultabili sul relativo sito www.giustizia.it.